gentili con se stessi
Essere gentili con se stessi
Dicembre 1, 2021
ricominciare a settembre
Ricominciare a settembre
Settembre 20, 2022
Show all

Speranza, un obiettivo per il 2022

obiettivo 2022

Sharing is caring!

Gennaio è passato in fretta, in un turbine  di pensieri ed emozioni che ho scelto di lasciar passare, senza fermarmi troppo a guardare. Ma con l’arrivo di febbraio ho fatto quella pausa necessaria per capire che direzione prendere, per osservare meglio quelle emozioni e cercare di dipanare il garbuglio dei pensieri formatosi in questi mesi.
Nel lavoro di osservazione profonda, il districare di pensieri ed emozioni e l’accurata ricerca, dentro e fuori, ho trovato il mio obiettivo, la direzione che voglio seguire, almeno per un po’.

Il mio obiettivo per il 2022 è la speranza.

Solo a scriverlo mi vien da ridere (risata sarcastica) e la mente parte all’attacco: che senso ha? sei ridicola! ecco che arriva la buonista che sistema il mondo con la speranza! ma lascia perdere! non scrivere cazzate…

Pensieri disprezzanti e denigranti arrivano a raffica.

Continuano e li lascio continuare perché sono proprio quei pensieri che mi tengono legata alla realtà, il mio obiettivo è la speranza, ma per raggiungerlo devo tirar fuori tutte le mie risorse e magari trovarne anche di nuove. Un bel percorso ad ostacoli, ma un’opportunità di crescita che non voglio lasciar sfuggire.

Non voglio dire che in questi ultimi due anni non abbia avuto speranza. Non sono caduta in un fosso buio in preda alla disperazione, ne tanto meno sono restata con le mani in mano abbandonandomi allo scoraggiamento. Ma ho fatto fatica e mi è capitato di guardarmi intorno e non vedere nessun luccichio in fondo al tunnel o di sentirmi sopraffatta dalla pesantezza del momento.

Nelle settimane scorse ho realizzato che la mia mente era rimasta bloccata ed io con lei. Nonostante i locali aperti, la mia mente mi diceva di sedermi fuori, o stare a casa. Nonostante si possano incontrare gli amici, la mia mente mi diceva di non vederne troppi e mantenere le distanze. Nonostante le cose si siano evolute in questi due anni, la mia mente continuava a ripetermi che nulla è cambiato.

Ogni volta che uno di questi pensieri appariva, diminuiva la speranza.

Il mio obiettivo non è quello di non ascoltare i pensieri, le storie che la mente mi racconta, ma di notare cos’altro c’è.

I volti della gente per strada, dopo mesi di maschere; i narcisi che inondano il giardino, con colore e profumo; un’intera conversazione a parlare di tutto, ma non di covid; gli abbracci per strada, ancora furtivi ma sempre meno rari.

Sono cose banali e senza importanza, piccoli eventi del mio quotidiano che potrebbero facilmente passare inosservati, ma che scelgo di evidenziare e che mi aiutano a concentrarmi sul cambiamento, sull’andare avanti, sulla speranza.

Sono convinta che raggiungere questo obiettivo mi darà la motivazione necessaria per continuare sulla mia strada e conseguire i piccoli e grandi traguardi di questo 2022 di speranza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close