vacanza dell'espatriato
La vacanza dell’espatriata, una vacanza a strati
19 Agosto, 2019
act valori
Saper riconoscere i nostri valori, cos’è importante?
10 Settembre, 2019
Show all

Ritiro di donne espatriate, un’occasione di crescita

ritiro di donne

Sharing is caring!

Anche quest’anno ho avuto il piacere di far parte del ritiro di donne espatriate di Expatclic.

Dopo mesi di lavoro a distanza con la mia amica e collaboratrice Claudia, ci siamo ritrovate “dal vivo” per dare gli ultimi ritocchi: qualche giorno nella sua splendida casina in Toscana, luogo incantato e sede del ritiro dell’anno scorso.

Anche questa volta l’esperienza è stata intensa ed appagante e mi ha dato l’opportunità di lavorare su me stessa, identificando, ed eventualmente superando, alcuni ostacoli messi sulla mia strada da una mente sempre pronta all’autocritica e al giudizio.

Nonostante sia una persona apparentemente estroversa e aperta, i gruppi mi spaventano e mettono in modo una serie di disagi e ansie che fanno parte del mio bagaglio di “questioni irrisolte” 🙂

Per anni ho esercitato la tecnica dell'”elusione”riuscendo ad evitare, quando possibile, situazioni di gruppo che mi creavano difficoltà.

Ero diventata un’esperta a trovare ottime ragioni per giustificare, innanzi tutto a me stessa, le mie scelte e comportamenti.

Stanchezza, pigrizia, impegni immaginari e convenienti malori improvvisi mi venivano in aiuto, costituendo ottime scuse per rinunciare a feste, cene, raduni e restare a casa a rimuginare sulle mie insicurezze.

Ad un certo punto nella mia vita ho però mi sono resa conto che non potevo essere vittima di questa mia ansia e ho deciso di buttarmi iscrivendomi ad un percorso di sviluppo personale residenziale, l’Hoffman Quadrinity Process.

Una settimana a parlare di me davanti ad un gruppo di perfetti sconosciuti: vi assicuro che non è stata una sfida da poco 😉

Ho superato la mia paura?

Non proprio, ma sicuramente ho imparato a gestirla meglio e a non tirarmi indietro ed è per questo che mi sono ritrovata ancora nel cerchio della condivisione, in un caldo sabato di fine luglio, a Milano!

L’energia del gruppo mi da coraggio, i sorrisi delle mie compagne di viaggio mi facilitano il cammino e mi rassicurano; mi guardo intorno e capisco che ho un posto tra queste donne forti e determinate, sono una di loro.

Il weekend passa in fretta e assaporo ogni attimo, osservando le mie emozioni, riconoscendo i miei pensieri, senza lasciarmi però intrappolare, restando presente e tornando ad ascoltare quello che succede fuori e dentro di me.

Un ritiro di donne espatriate, un weekend passato a condividere, ritrovare, scoprire e soprattutto nutrire la nostra comunità.

Il mio animo è nomade, ma ho bisogno di punti fissi.

La comunità di Expatclic è diventata uno dei miei punti fissi e mi ancora a ciò che é importante: amicizia nonostante la distanza, apertura e generosità, accoglienza e senso di appartenenza. 

Non avrei potuto scegliere un luogo migliore per mettermi in gioco, per affrontare le mie paure, per continuare a crescere.

Grazie a tutte!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close