Nanny state – Stato tata
23 Gennaio, 2015
Quando in Australia si andava in nave – Storie di donne migranti
27 Maggio, 2015
Show all

Pubblica ammenda

Sharing is caring!

L’altro giorno, mentre scrivevo questo post e, in seguito, discutevo animatamente con il mio australian marito sull’esagerato intervento dello Stato riguardo l’uso obbligatorio dei caschi  in bicicletta, dall’altra parte del mondo, la mia mamma pedalava pian piano verso casa.

La mia mamma non e’ una ciclista e usa la bici come la userei io, se non dovessi mettere il casco. Piccoli giri nel quartiere, lenti e tranquilli, una pedalata dopo l’altra senza mai cambiar marcia, pensando a cosa cucinare per cena.

Inforca la rotonda che la condurrà direttamente nel cancello di casa ma, un’autista distratta e con il sole negli occhi non si ferma a darle la precedenza e la povera mamma finisce in ospedale con trauma cranico e due costole rotte. Avesse avuto il casco se la sarebbe cavata con un paio di costole rotte e, possibilmente, meno paura.

Ebbene si, ho sbagliato. Prima di tutto ho dovuto dire a Nigel che ha ragione…i caschi sono importanti ed e’ una scelta responsabile dello stato imporli ai suoi cittadini. Mi e’ costato parecchio ma l’ho fatto! E poi ho pensato di informarvi, anche se mi costa fatica, ma penso sia giusto fare una specie di pubblica ammenda.

Nanny State? Yes, please 😉

 

4 Comments

  1. Angela ha detto:

    🙂
    A me non dispiace l’obbligo del casco. Pero’ mi dispiace troppo sentire di tua mamma. Spero che si rimetta in forma presto! Un abbraccio!

  2. Monica Fabbretti ha detto:

    Auguro alla tua mamma di riprendersi al più presto. Io, da ex espatriata in Germania, ho finito con l’accettare l’obbligo del casco.
    Qui a Milano il problema non si è posto. Ci hanno rubato le bici il primo giorno che le abbiamo usate. La bici la ricompro appena torno a “casa”.
    Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close