Mi chiamo Barbara Amalberti e sono un counsellor  specializzato in problemi relativi all’espatrio.

 

Unisco alle mie competenze professionali, la mia esperienza personale e offro assistenza e sostegno a chi sta attraversando momenti di particolare vulnerabilità e sconforto.

 

Mi sono trasferita a Melbourne nel 1992, per seguire il mio partner australiano.

I primi anni sono stati molto difficili, ho sofferto di attacchi di panico, mi sentivo insicura e ansiosa, avevo difficoltà a vivere nel presente e ad apprezzare la vita nel mio paese adottivo.

Per cercare di superare questi problemi ho provato diverse terapie.

Nel 2003, dopo aver preso parte ad un percorso di scoperta e sviluppo personale intensivo, l’Hoffman Process, ho capito l’importanza di prendersi la responsabilità per le proprie scelte e perdonare se stessi e gli altri.

sensi di colpa per aver lasciato i miei genitori, la rabbia e il rancore verso il mio compagno, la difficoltà di inserimento e la perdita di identità sono alcuni degli ostacoli che mi bloccavano e su cui ho lavorato durante il percorso.

Se sei un expat non sarai estraneo a tutto questo e saprai quanto è difficile rifarsi una vita dovendo affrontare queste sfide quotidianamente.

Munita di nuova forza e risorse ho deciso di seguire un percorso di studio per diventare counsellor.

Nel 2004 ho frequentato un corso di Holistic Counselling, presso l’Australian College of Natural Medicine, a Melbourne, conseguendo il diploma di Holistic Counsellor.

Per approfondire i miei studi nel 2007 ho completato un diploma di specializzazione, Graduate Diploma in Counselling and Human Service, all’Università LaTrobe di Melbourne.

Nel 2016 ho sviluppato un particolare interesse per l’ACT Therapy (Acceptance and Commitment Therapy) e ho intrapreso un percorso di formazione, partecipando a diversi workshop condotti dal Dr. Russ Harris, a Melbourne e online.

Per anni mi sono dedicata al supporto delle donne che affrontano vari percorsi di integrazione, in particolare  dopo essere uscite dal carcere e da relazioni di violenza domestica.

Collaboro inoltre con Expatclic, una piattaforma che da anni si occupa del sostegno delle donne espatriate, scrivo articoli ed interviste e conduco un gruppo di supporto online.

 

 

Quando non siamo più in grado di cambiare una situazione… siamo sfidati a cambiare noi stessi.”

Victor Frankl